Leaves Photinia 80Blad 009Blad 099Leaves Photinia AchtergrondGaultheriaLeaves HederaLeaves 345leaves011

Ben Clevers

de.png fr.png ru.png it.png cz.png cn.png jp.png

“E’ importante conoscere a fondo i prodotti con cui si lavora”

Sono nato a Nimega nel 1958 e, dopo aver conseguito la maturità all’Istituto Professionale Superiore di Orticoltura, ho frequentato la Scuola Professionale di Arte floreale e la specializzazione di Maestro Fioraio. Per arricchire la mia conoscenza del mestiere di fiorista e floral designer ho frequentato corsi di intreccio di vimini, ceramica, vetro artistico, allestimento vetrine, architettura degli interni e esposizione di frutta e verdura. Il periodo trascorso da titolare di una fioreria a Bergen op Zoom ha gettato le basi per proseguire come decoratore e floral designer a livello internazionale.

“Estendere i limiti della conoscenza”

Quanto ai prodotti, tendo a preferire i fiori e le piante esotiche, quanto ai colori, il mio favorito assoluto è il verde. Ho, poi, una spiccata predilezione per l’innovazione. Sono un designer con una curiosità a trecentosessanta gradi. Ogni stile ha il proprio fascino e sono aperto a tutto. Amo imparare nuovi stili e trend ed insegnarli agli altri. Parto dal presupposto che ogni stile e ogni prodotto permetta di realizzare lavori floreali gradevoli, interessanti, commerciali e ad un prezzo accessibile.

“Conoscere la propria clientela”

Il successo dipende innanzitutto da quanto il fiorista conosca i suoi clienti. Pertanto, durante i miei workshop e consulenze la familiarità con le esigenze della clientela occupa una posizione di primo piano. Solo se ha una profonda conoscenza del mercato, il fiorista potrà adattare la sua offerta ai gusti dei clienti, saprà quali novità introdurre e quali stili e trend proporre. Perciò, praticamente ogni prodotto è vendibile. L’arte sta nella comunicazione di questo punto di vista. Il dieci per cento dei clienti è creativo e decide autonomamente come arredare con il verde la casa e il giardino. Il rimanente novanta per cento ha bisogno che il fiorista proponga delle soluzioni. Il fiorista aperto agli stili, ai trend e alle novità si troverà davanti un mercato tutto da scoprire.

Attualmente tengo workshop e dimostrazioni di arte floreale in praticamente tutti i Paesi europei, in America e in Asia. Inoltre mi occupo dell’esposizione e dell’allestimento nei garden center ecc e, su incarico di aziende che operano nei settori più svariati, realizzo allestimenti floreali a livello internazionale.